Criopreservazione dei Gameti e degli Embrioni

Preservare la Fertilità

Attualmente sono in uso due importanti tecniche per la preservazione della propria fertilità:

  • crioconservazione delle cellule uovo per pazienti femminili;
  • crioconservazione del liquido seminale per pazienti maschili.

Crioconservazione delle Cellule Uovo

Il congelamento ovocitario è una tecnica introdotta nella pratica clinica soltanto dal 2000 e offre l’opportunità, in particolare per le pazienti oncologiche o per le donne che hanno deciso posticipare il loro desiderio di gravidanza (social freezing), di disporre, previa stimolazione ovarica, di una riserva di ovociti da utilizzare per un successivo ciclo di fecondazione assistita senza necessità di una nuova stimolazione ovarica.

Crioconservazione del Liquido Seminale

Il congelamento del liquido seminale offre, in soggetti con alterazioni dei parametri seminali e in particolare nei pazienti oncologici, la possibilità di avere e conservare una propria riserva spermatica.

Il cancro del testicolo e i linfomi infatti rappresentano le forme tumorali più frequenti nei giovani in età riproduttiva (30-35). Sebbene la prognosi di tale patologia sia migliorata negli anni non è possibile prevedere con assoluta certezza quale sarà la fertilità del paziente dopo le terapie antineoplastiche.

La crioconservazione preventiva in questi casi appare quindi necessaria per preservare la propria fertilità.